TECSIS digitalizza la burocrazia

Che districarsi nella burocrazia italiana possa essere complesso non è uno stereotipo, ma una realtà con la quale spesso cittadini, professionisti e imprese devono confrontarsi. Con l’avvento della digitalizzazione si apre uno spiraglio: la presentazione di istanze online è uno strumento di grande utilità, a patto però che il concetto stesso di digitalizzazione sia correttamente declinato. TECSIS si occupa da anni della trasformazione digitale dei processi della Pubblica Amministrazione ed in particolare degli Ordini Professionali, un settore della PA che, dotata di elementi peculiari molto specifici, di rado trova verticalizzazioni adatte alle proprie caratteristiche ed esigenze. Un caso emblematico si è verificato proprio nel febbraio/marzo dell’anno scorso, quando in pieno “lockdown” ci fu la necessità di procedere in grande emergenza all’iscrizione agli Albi dei nuovi Medici da poter integrare nelle Aziende Ospedaliere ormai allo stremo. Grazie a IrideWeb (www.irideweb.it), il portale per i servizi online rivolto ai cittadini ed agli iscritti sviluppato da TECSIS, è stato possibile consentire agli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di molte province di poter acquisire le domande di prima iscrizione sotto forma di istanza digitale, con un notevole vantaggio sia per il cittadino neolaureato, sia per l’Ente stesso.

 

IrideWeb non è solo il collettore delle istanze di nuova iscrizione per l’Ente, è un vero e proprio sportello online che consente al cittadino di ricevere diversi servizi: controllare la propria scheda anagrafica e lo stato del pagamento delle quote, ottenere un certificato di iscrizione (in esenzione o in bollo) o il modulo precompilato per l’autocertificazione, disporre delle diverse proposte per la Formazione Continua, dare la propria disponibilità alla sostituzione di colleghi (nell’ambito della professione medica) ed altro ancora.

 

Ma quale è stato il percorso di genesi di IrideWeb? Seppur TECSIS sia dotata di personale con ventennale esperienza nel settore, l’azienda ha comunque preferito coinvolgere le segreterie degli Enti in un gruppo di lavoro tematico. Un’esperienza preziosa che, non solo sta creando i presupposti perché lo strumento acquisisca velocemente la necessaria maturità, ma ha innescato un percorso di analisi delle procedure e dei processi da parte degli Enti stessi.

 

Il ruolo di TECSIS, dunque, non è unicamente tecnologico, ma anche di aggregatore di esperienze amministrative che, in modo sinergico, portano a quella semplificazione e disponibilità dei servizi della PA che tutti ci aspettiamo di trovare potendo contare, tra l’altro, su opportune economie di scala. Un approccio, quello di TECSIS, che non si limita al mero recepimento dell’obbligo normativo, ma ne coglie lo spunto per farne “innesco” di innovazione e miglioramento, in un momento nel quale si è definitivamente affermato l’approccio al digitale come strumento di innovazione e sostenibilità della macchina dello Stato.

 

Info: tecsis.it