Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Un ponte tra Italia e Inghilterra per “attraversare” indenni le differenze tra ordinamenti

Con la Brexit in molti si domandano cosa accadrà. La realtà è che gli addetti ai lavori ritengono che prevarrà il buon senso. Ne è convinto Alessandro Gaglione, che assieme ai fratelli Giuseppe e Roberto ha fondato lo studio SLIG LAW LLP, e fa notare che i legami Italia - Regno Unito sono fortissimi. Sono circa 700mila gli italiani che vivono in UK, molti dei quali hanno esigenza di essere seguiti in pratiche immobiliari e successorie da svolgersi sia in Inghilterra (Probate) che in Italia, con particolare attenzione alle pratiche successorie cross-border. Ecco perché è nato un boutique studio, avente sede a Londra, con una caratteristica unica: essere composto da professionisti abilitati sia a svolgere la professione di Solicitor in Inghilterra sia la professione di Avvocato in Italia. Un ponte tra i due paesi, grazie al quale attraversare indenni le differenze di ordinamenti giuridici tanto diversi. Ma quali sono le maggiori difficoltà da risolvere? I settori più “caldi”, nei quali SLIG LAW LLP è un punto di riferimento, sono il diritto immobiliare, societario/commerciale e delle successioni. «I clienti italiani hanno spesso necessità di acquisire proprietà immobiliari in Inghilterra, così come clienti inglesi si rivolgono a noi per trasferimenti immobiliari in Italia». Il grande vantaggio è che Roberto Gaglione è anche uno dei pochi professionisti italiani abilitati a svolgere la professione di Notaio in Inghilterra. A tutto questo si aggiunge l’esigenza per molti connazionali di essere guidati nello sviluppo di attività commerciali nel Regno Unito: joint ventures, contratti di distribuzione e di agenzia ecc. Insomma, se Brexit spaventa, le esperienze simili dimostrano che dalle differenze nascono occasioni importanti. Basta sapere come muoversi. Info: www.sliglaw.com