Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Un’idea diversa del “fare banca”

Azzoaglio: «Oggi la sostenibilità si traduce in innovazione»

 

Da 140 anni la policy è sempre la stessa: offrire risposte rapide ed efficaci. Non uno slogan, ma un modo di pensare e di agire che si ritrova oggi nelle parole di Carlo Ramondetti, direttore generale del Banco di Credito Azzoaglio. «Sia per le moratorie, sia per i finanziamenti di emergenza previsti dai DPCM – dice il Dg – abbiamo dato risposte efficaci ed immediate. Il lavoro è stato enorme, ma abbiamo avuto chiara sin da subito l’esigenza di essere vicini ai nostri clienti». Non a caso quella del Banco di Credito Azzoaglio è una storia di valore e di valori. «Nei mesi del lockdown – ricorda Ramondetti – sono state tantissime le richieste, ma siamo riusciti a rispondere sempre nell’arco di 48/72 ore, in molti casi addirittura in giornata. Questa è la nostra idea di banca, nella quale i valori ispirano le strategie di una crescita sempre incentrata sullo sviluppo del territorio».

Sostenibilità e innovazione sono invece le direttrici attraverso le quali si muove la crescita del Banco di Credito della famiglia Azzoaglio, con modelli di business basati sul bilanciamento della dimensione economica, ambientale e sociale. Questo si traduce in iniziative concrete di sostegno alla comunità, molte delle quali nate già negli anni passati. «L’obiettivo – spiegano Erica e Simone Azzoaglio, rispettivamente presidente del Consiglio di Amministrazione e Presidente del Comitato Esecutivo – è quello di accelerare questo processo di cambiamento». Semplice? Tutt’altro. Farlo significa incidere profondamente sulla struttura e sulla governance della banca, così da trasferire le corrette informazioni agli stakeholder. Ma, grazie all’etica della famiglia Azzoaglio, la sostenibilità si traduce oggi in innovazione.

È così che sono nati tanti progetti ad alto impatto per il tessuto socio-economico nel quale la banca si inserisce. In cantiere c’è già un incubatore e un acceleratore di startup, che punta a superare il concetto di finanziabilità basato esclusivamente sulle garanzie, guardando invece alle idee credibili e a business plan sostenibili. «Altro progetto al quale teniamo molto – aggiungono i manager – è la costruzione di una scuola privata parificata che guardi agli aspetti linguistici e abbia una spiccata sensibilità per lo sport e l’espressione artistica». E poi c’è il tassello dell’innovazione, che per il Banco di Credito Azzoaglio si traduce nell’ossimoro “moderni per tradizione”. Non è un caso che il Banco di Credito della famiglia Azzoaglio sia stato tra i primi in Italia a registrare un dominio (correva l’anno 1992) e tra i primi ad offrire (sempre negli Anni ’90) un servizio di trading on-line alla propria clientela.

Non meno interessante la realizzazione di un progetto di basket bond per sostenere le imprese nel pieno della pandemia. È nata così una piattaforma attraverso la quale le aziende hanno potuto presentare richieste che sono state processate in maniera quasi del tutto automatica. Altamente innovativa anche la società nata da una costola del Banco di Credito, che consente di offrire ai clienti varie soluzioni software, non solo di carattere bancario. Anche questo significa essere “moderni per tradizione”.  Info: www.azzoaglio.it