ZEC SpA: come crescere da sessant’anni. Così, colleghiamo il passato al futuro

Ci sono aziende che, nonostante le difficoltà incontrate nell’ultimo anno, continuano a crescere e continuano ad investire. Aziende che nutrono ogni giorno il tessuto economico del paese, con le loro storie fatte di persone, di audacia, di visione e lungimiranza. È così per ZEC S.p.a., tra le prime realtà a livello mondiale nella produzione di tubi termoplastici ad altissima pressione, che con i suoi 30 milioni di fatturato l’anno, arrivata al suo sessantesimo anno di attività, ha pensato bene di investire in una nuova unità produttiva di 5.500m2 e di aumentare la propria capacità di produzione del 30-40% entro il 2022. Un po’ come chi, arrivato all’età della saggezza, non si crogiola nei propri risultati, ma decide di mettere in campo tutta l’esperienza acquisita per cogliere nuove occasioni di crescita e di mutamento.

 

Perché ciò che da sempre contraddistingue la ZEC – da quando è stata fondata a Colorno (Parma) nel 1961 dall’attuale presidente Eugenio Zantelli – è la consapevolezza che un tubo collega sempre due mondi, e che quello che facciamo oggi è un ponte verso il futuro. Per questo, già nei primi anni di attività, Zantelli ha investito moltissimo nella ricerca, portando ZEC ad essere la prima azienda italiana a produrre tubi SAE J517 100 R7. Un traguardo che ne ha richiamati molti altri e che oggi gli permette di creare un prodotto tecnicamente evoluto, in grado di adattarsi con grande flessibilità al mercato e alle esigenze dei clienti, presenti in 90 paesi del mondo.

 

Info: www.zecspa.com