Quando la Sostenibilità Conviene

La sostenibilità guadagna spazio nelle strategie della GDO, con interventi in numerose aree del business. Uno dei settori in cui la tecnologia può fare la differenza è la riduzione dello spreco alimentare, auspicabile per ragioni sociali ed economiche, oltre che ambientali. In Italia produciamo in media 5,6 milioni di tonnellate di eccedenze alimentari l’anno, il 13% delle quali è generato dalla GDO, per un valore di circa 15 miliardi di euro.   Tra le maggiori cause dello spreco c’è l’eccesso di stock, dovuto a ordini manuali, approvvigionamento eccessivo prima delle promozioni, previsioni non accurate, spazio a scaffale sproporzionato rispetto alla domanda. All’origine c’è una gestione sub-ottimale della Supply Chain con pratiche poco efficienti e soluzioni obsolete e disconnesse tra loro. RELEX, multinazionale fornitrice di una piattaforma completa e integrata di Retail Planning, aiuta i propri clienti a ridurre lo spreco lungo l’intera catena di fornitura. «Migliorando la pianificazione e la visibilità sulla Supply Chain, le aziende della filiera alimentare possono ridurre lo spreco dal 10% al 40%, un’opportunità enorme per mitigare l’impatto ambientale e migliorare la redditività», afferma Stefano Scandelli, Senior VP Sales EMEA e APAC di RELEX.     «Un sistema di previsione e riordino all’avanguardia basato sull’Intelligenza Artificiale permette di calcolare previsioni più accurate, che considerano l’impatto sulle vendite sia di fattori endogeni che esogeni come le promozioni, eventi speciali e le condizioni meteo», spiega. Adottare un approccio integrato e un unico sistema per la gestione dell’intera filiera, dalla produzione allo scaffale, consente quindi di massimizzare i benefici di tutti gli enti interessati.     RELEX ha collaborato con Gaia Consulting allo studio “Make a Difference: Cutting Food Waste and Carbon Footprint through Optimized Forecasting and Replenishment.” Lo studio ha analizzato 4 clienti di RELEX nei settori del food retail, dell’e-grocery, della ristorazione e dei negozi di prossimità. Ogni azienda ha risparmiato tra le 228 e 302 tonnellate di CO2 equivalenti l’anno successivo l’implementazione della piattaforma RELEX.     «Considerando tutti i nostri clienti del settore food – conclude Scandelli — possiamo stimare che stiamo contribuendo ad eliminare oltre 17.000 tonnellate di CO2 all’anno. Con l’aumento del numero di aziende del settore che utilizzano RELEX, il nostro impatto positivo sul clima è destinato a crescere e saremo in grado di salvaguardare il pianeta per i nostri figli».     Info: www.relexsolutions.it