X
Naviga
Giovedì, 13 Giugno 2024

Il network di riferimento per le aziende italiane

Mancusi S.p.A., passione per l’edilizia da quasi 70 anni

L’evoluzione di un’azienda votata all’eccellenza, attenta all’eco-sostenibilità e al benessere sociale


Radicata in Basilicata ma con lo sguardo
rivolto all’Italia, Mancusi S.p.A. porta
avanti progetti infrastrutturali importanti

Mancusi S.p.A. è un’impresa di costruzioni generali specializzata nel settore della realizzazione di infrastrutture complesse, stradali, idriche, energetiche e di edilizia pubblica e privata. Diventa società per azioni nel 2022, ma l’esperienza in cui affonda le proprie radici risale agli anni ’50, quando i fratelli Rocco e Biagio Mancusi pongono le basi di ciò che oggi costituisce un vero e proprio riferimento nell’edilizia pubblica e privata. La svolta generazionale avviene nel 2013, con l’ingresso di Massimiliano e Francesco Mancusi: la vision lungimirante dei due cugini dà vita a MancusImmobiliare S.r.l., trasformata poi in Mancusi S.p.A., un’entità nuova che, pur fedele agli storici valori del Gruppo, si proietta verso il futuro con spirito innovativo. In particolare, l’azienda pone l’accento sul fattore affidabilità: «L’esperienza e le origini storiche di Mancusi si sono forgiate principalmente nel settore privato, un ambito in cui i tempi di consegna sono serrati, la tabella di marcia va rispettata senza intoppi, ogni dettaglio richiede la massima cura. In ambito pubblico il nostro approccio non cambia: garantiamo le stesse precisione, velocità ed efficienza, in base al principio secondo cui i fondi pubblici sono “sacri”. Ogni euro di investimento pubblico in infrastrutture è prezioso e va speso nel modo giusto, a beneficio dei cittadini, affinché abbia ricadute positive sul territorio e sull’economia cercando di realizzare, per ogni commessa, quel proficuo connubio di fiducia e collaborazione con gli Enti Pubblici committenti che costituisce un caposaldo del nuovo Codice degli Appalti».

Il radicamento alla propria regione natia è evidente persino dalle storie personali di Massimiliano e Francesco: nonostante l’avviata carriera di business lawyer a Milano, entrambi hanno deciso di tornare a Potenza, prendere le redini dell’impresa di famiglia e investire nella loro terra d’origine – ma con lo sguardo rivolto anche al resto d’Italia. «Crediamo fortemente nelle potenzialità della nostra Basilicata – affermano Massimiliano e Francesco – e proviamo ogni giorno a renderla protagonista anche fuori dai confini regionali. Di recente il Governo ha assegnato risorse per circa 1 miliardo di euro alla Basilicata e faremo di tutto per farci trovare pronti affinché il programma di investimento FSC diventi una vera opportunità per i nostri concittadini». Per raggiungere tale obiettivo, la società mette in campo una macchina “ben oliata”: «Il primo punto fermo è costituito dalle risorse umane, sulle quali investiamo molto in termini di formazione professionale e di benessere aziendale. Abbiamo, poi, pienamente abbracciato le tecnologie sostenibili: i nostri sono cantieri “green”, dove si dà massima importanza all’uso di energia rinnovabile e di materiali da costruzione riciclati approvvigionati da filiera corta, per valorizzare le tante eccellenze del nostro territorio». E a proposito di territorio ed eccellenze, Mancusi ha “in cantiere” un interessante progetto: «La creazione di una rete d’imprese lucane nell’ambito dell’edilizia che possano lavorare in sinergia con noi, per assicurare al committente lavori eseguiti a regola d’arte da parte di realtà competenti, certificate, virtuose, e per promuovere crescita e sviluppo per le tante aziende di valore della Basilicata, provando a rispondere con i fatti alla fuga delle nostre giovani intelligenze».

Se il 2023 si è chiuso con numeri importanti in termini di fatturato, il 2024 presenta proiezioni interessanti. «Abbiamo circa 30 cantieri attivi sul territorio nazionale e tra le nostre commesse figurano progetti di grande importanza come la realizzazione, in ATI con un’altra importante impresa del Sud, del Museo del Mare di Reggio Calabria, su un progetto dell’architetto Zaha Hadid; la ristrutturazione dell’Ospedale Padre Pio di Bracciano; la sistemazione, per ANAS S.p.A., dell’area in frana in località Noce di Lagonegro sull’Autostrada A2; la realizzazione del completamento dell’asse viario Serrapotina; importanti opere acquedottistiche e di irrigazione per conto di Acquedotto Lucano S.p.A. e del Consorzio di Bonifica della Basilicata; la realizzazione di un collegamento verticale per conto del Comune di Potenza; interventi viari per il Comune di Castel di Iudica in Sicilia e numerose altre opere infrastrutturali finanziate con i fondi del PNRR. Dopo esserci consolidati a livello nazionale, iniziamo inoltre a valutare opportunità oltre i confini dell’Italia. Più di tutto, continuiamo a lavorare secondo un obiettivo: essere parte di progetti che generino benessere per il Paese e per le generazioni future».
Info: www.mancusispa.com

Cantiere Località Senise (Potenza)


Cantiere Via Cavour (Potenza)

Industria 5.0: l’uomo al centro. La quinta rivoluzione industriale riporta il focus della produttività sulla persona

Obiettivo Net Zero: un traguardo raggiungibile. Il mondo delle imprese investe in soluzioni e processi “green”

Al Festival dell’Economia di Trento 2024 si fa il punto della situazione sulle sfide economiche e sociali del nostro tempo

Transpotec Logitec & Next Mobility Exhibition: la logistica e il trasporto, in Italia, raddoppiano

Privacy Policy