X
Naviga
Lunedì, 22 Aprile 2024

Il network di riferimento per le aziende italiane

TEC.AL.CO. presenta una nuova tecnologia per l’energia

La Transizione Ecologica e la Transizione Energetica costituiscono una delle maggiori sfide associate al concetto di Industria 5.0: l’obiettivo è l’implementazione di schemi economici e sociali moderni, innovativi, basati sulla circolarità, che puntino a instaurare processi operativi più ecologici in ambito industriale. La nuova tecnologia sviluppata da TEC.AL.CO. S.r.l. è stata presentata dagli ingg. Barbieri e Petrini al convegno organizzato nel giugno scorso dall’Università di Tor Vergata dal nome “La Transizione Verde: dall’Università all’Industria” e muove esattamente in questa direzione, proponendosi come soluzione inclusiva ed eco-sostenibile per il trasporto dell’energia elettrica. Si chiama MOVE-UP TE (Metodo per andare Oltre la conduzione elettrica del rame e dell’alluminio per Veicoli ed Energia attraverso cavi Ultra Performanti per la Transizione Ecologica) e consiste nel trasportare l’energia attraverso cavi ultra performanti di alluminio con un coating in grafene. Questa combinazione di materiali, come spiegato in occasione del convegno, offre eccellenti prestazioni, rendendo la soluzione proposta la migliore possibile per trasportare l’energia in modo efficiente, sostenibile e senza aumento dei costi. Il progetto MOVE-UP TE è il risultato di un impegno che il centro R&D della TEC.AL.CO. porta avanti fin dal 2017, volto allo sviluppo di tecnologie innovative per la produzione di corde composte da fili di alluminio ultra performanti con coating di grafene, che rappresentano un’opzione efficiente e moderna sia per la realizzazione dell’anima dei cavi elettrici, sia per i conduttori nudi, nonché la più favorevole per la transizione ecologica. D’altra parte, è sin dal 1999 che TEC.AL.CO. investe in ricerca e innovazione: in particolare, le ricerche svolte negli ultimi 15 anni le hanno permesso di sviluppare soluzioni tecniche uniche e di diventare leader nel settore dei conduttori in alluminio, e la collaborazione con due realtà di prestigio come il Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa dell’Università di Roma Tor Vergata e la Continuus-Properzi S.p.A. testimonia una vision assolutamente all’avanguardia da parte dell’azienda. TEC.AL.CO. è stata infatti in grado di intercettare le esigenze di un mercato in rapida evoluzione e di rispondere con la soluzione più appropriata, che soddisfacesse la necessità sia di distribuire l’energia in modo efficiente, sia di tutelare l’ambiente.
La richiesta di conduttori in alluminio per uso elettrico è in forte crescita perché l’alluminio è decisamente più vantaggioso rispetto al rame: è tre volte più leggero, conduce il doppio a parità di peso, genera minori impatti ambientali in termini sociali, di acidificazione terrestre, tossicità per l’uomo ed eutrofizzazione delle acque, e ha un prezzo di mercato tre/quattro volte inferiore per unità di peso. Tuttavia, se non si mette in conto l’ottimale riciclabilità dell’alluminio, la sua produzione richiede un’elevata energia elettrica che potrebbe portare a emissioni di CO2 più alte per unità di energia elettrica trasportata, rendendolo più impattante del rame sul riscaldamento globale. Un conduttore in alluminio con rivestimento di grafene (Al-Gr) può avere una conducibilità fino al 40% più alta rispetto all’alluminio non trattato (vicina quindi a quella del rame) e diventa il più performante anche per l’effetto serra. Sfruttando il minore impatto ambientale ed economico del conduttore Al-Gr, si può anche considerare di intervenire sui criteri di dimensionamento delle reti elettriche al fine di ridurre la resistenza elettrica dei cavi e quindi le perdite per effetto Joule. Questo renderebbe il trasporto di energia più efficiente ed ecologico, senza alcun aumento dei costi o della sezione del conduttore. Inoltre, i conduttori opererebbero a temperature più basse, migliorando la sicurezza degli impianti. Poiché per contenere l’effetto serra non basta intervenire solo sulla produzione e consumo dell’energia ma è anche importante ridurre le perdite durante il trasporto, MOVE-UP TE si è posto l’obiettivo di intervenire sulla riduzione dei costi ambientali durante il trasporto dell’energia senza incremento di spesa, introducendo una terza opzione — aggiuntiva rispetto alle due esistenti in rame e alluminio — per condurre l’energia in modo più sicuro ed eco-friendly. Info: www.tecalco.it

Transpotec Logitec & Next Mobility Exhibition: la logistica e il trasporto, in Italia, raddoppiano

Salone del Mobile.Milano 2024: sostenibilità e integrazione tecnologica al centro delle nuove tendenze del design

KEY – The Energy Transition Expo 2024: l’energia pulita ed efficiente come driver per il progresso in chiave “green”

Industria 5.0: l’uomo al centro. La quinta rivoluzione industriale riporta il focus della produttività sulla persona

Privacy Policy