X
Naviga
Mercoledì, 30 Novembre 2022

Il network di riferimento per le aziende italiane

ATI project: progettare per il futuro

Costruire sostenibile è una delle maggiori sfide contemporanee, conseguenza di un profondo ripensamento delle logiche di sviluppo della nostra società. L’edificio, organismo tecnologico sempre più avanzato, è la sintesi tra nuovi standard di certificazione ambientale, ricerca sui materiali, sviluppo tecnologico e integrazione digitale.

ATI project è società leader in Italia nella progettazione multidisciplinare in ambito ingegneristico e architettonico. Attraverso politiche aziendali che promuovono ricerca e sviluppo, specializzazione dei settori di disciplinari e uno spirito votato all’innovazione tecnologica e architettonica, ATI project sintetizza in modo efficace e concreto i significati contemporanei della sostenibilità.

Vengono così integrati nel processo di progettazione gli aspetti per il raggiungimento di standard elevati di comfort e prestazioni, la riduzione del fabbisogno energetico e delle emissioni di CO2, valutate secondo il Life Cycle Assessment (LCA). I materiali impiegati sono selezionati in base agli standard produttivi e ai costi ambientali di smaltimento a fine vita, oltre alle prestazioni in opera .I sistemi tecnologici sono ottimizzati secondo metodi computazionali e previsionali di utilizzo dell’edificio e delle condizioni ambientali esterne, mentre la morfologia della struttura, i sistemi di drenaggio e stoccaggio e l’impiego di verde autoctono sono pensati per ridurre gli effetti delle isole di calore e i consumi idrici.

I risvolti di queste metodologie sono molteplici, dalla valorizzazione urbana al comfort abitativo indoor, e riguardano anche procedure e fasi realizzative. Sempre più evidenti sono i riflessi sul mercato immobiliare di edifici a impatto minimo o zero, sulla loro valorizzazione, e sul ritorno degli investimenti. A una progettazione sempre più “green”,  ATI project affianca soluzioni avanzate di domotica per la gestione dinamica del sistema edificio. L’organismo architettonico diventa così responsivo, adeguandosi alle condizioni ambientali esterne e di occupazione interna, con prestazioni monitorate costantemente e una personalizzazione legata a particolari esigenze dell’utenza.

Il Nuovo Ospedale di Tallinn è un esempio di questa visione dello studio, da cui deriva l’affermazione a livello internazionale. Il complesso di 130.000 mq sorge nel contesto naturalistico della baia della capitale estone. I due volumi che lo compongono si articolano lungo la main street coperta, attraversata da percorsi trasversali che connettono funzioni ambulatoriali a reparti di degenza. I collegamenti  definiscono così giardini e luoghi di incontro che favoriscono il benessere psicofisico di utenza e stakeholders, rinnovando il legame con ambiente e territorio. L’involucro gioca un ruolo fondamentale sulla percezione dei volumi e sulle prestazioni energetiche. Domotica e automazione concorrono il raggiungimento dei target NZEB della struttura, garantendo flessibilità di utilizzo e dinamismo tecnologico.

La sostenibilità diventa così motore di cambiamento, stimolo allo sviluppo e centro di una rinnovata sensibilità della società. Info: www.atiproject.com

La refrigerazione verso soluzioni sempre più “green” ed efficienti: novità tecnologiche per uno sviluppo sostenibile

Healthcare 4.0: alla fiera MEDICA, le tecnologie mediche più all’avanguardia per una sanità sempre più efficiente

Ecomondo 2022: la transizione ecologica passa da Rimini. Innovazione e iniziative per un futuro più “green”

Sicurezza, fondamentale alleata di ogni impresa. Consulenza mirata e tecnologie avanzate a tutela dei lavoratori

Privacy Policy