X
Naviga
Lunedì, 22 Aprile 2024

Il network di riferimento per le aziende italiane

Nuovo percorso clinico chirurgico per la cura di pazienti affetti da gangrena ischemica, ulcere diabetiche e osteomielitiche a rischio amputazione

Il percorso prevede l’impiego di speciali membrane di sostituto dermico applicate sulla parte ulcerata già trattata con toilette chirurgica, associata a cicli di ossige ozonoterapia, alla fototerapia, medicazioni e bendaggi avanzati e terapia medica, con attivatori del microcircolo e antibiotici mirati. L’ossigeno ozonoterapia per via sistemica, con la sua azione battericida, fungicida, antiossidante, angiogenetica, antinfiammatoria, vasodilatatrice, ha trovato grande impiego ed è stata inserita in tale percorso clinico chirurgico, perché accelera la guarigione delle lesioni ulcerative settiche, con effetto riparativo e rigenerativo. L’ossigeno-ozonoterapia è riconosciuta come un’ottima ed efficace metodica medica per la terapia di numerose patologie. La terapia utilizza diverse concentrazioni di miscele di ossigeno e ozono in funzione della patologia e del quadro clinico. L’O2O3 possiede potente attività antiedemigena, antinfiammatoria e angiogenetica, così da essere ampiamente adoperata nelle malattie che interessano il sistema circolatorio arterioso, venoso e linfatico come nelle ulcere da stasi degli arti inferiori o nella cura del piede diabetico. Le proprietà antidolorifiche, immunomodulanti, antiossidanti, ipocolesterolizzanti, ipoglicemizzanti, ipouricemizzanti, ipotrigliceridemizzanti, fungicide, battericide e virustatiche rendono questa metodica adatta ad affrontare quadri clinici complessi contribuendo al successo delle terapie tradizionali. La terapia con ozono induce una rapida scomparsa del dolore articolare migliorando la mobilità e la funzione della articolazione interessata. Ottimi risultati si ottengono nel trattamento delle ernie discali lombari e cervicali con sollievo del dolore fin dalle prime somministrazioni. L’ossigeno ozono terapia trova ampia applicazione nelle tendinosi, tendiniti, borsiti, artriti e miositi e in genere nei processi infiammatori-degenerativi che affliggono gli sportivi, evitando eventuali effetti collaterali degli altri farmaci. In medicina estetica l’O2O3 è impiegata come terapia per risolvere i problemi legati al pannicolo sottocutaneo come la P.E.F.S. o cosiddetta cellulite e ai relativi fastidiosi inestetismi tra cui l’edema diffuso agli arti inferiori e la cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”. Tale percorso clinico chirurgico, associato all’ossigeno ozonoterapia viene effettuato presso lo Studio di Chirurgia Vascolare e Ossigeno Ozonoterapia che si trova a Palermo, in via Gabriele D’Annunzio n. 1/C (cell. 3358140381). Lo Studio è gestito: dalla Dottoressa Erminia Bentivegna, Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Palermo, Specialista in Chirurgia Vascolare, in Radiologia Diagnostica e in Omotossicologia e dal Dott. Gaetano Cuccio, Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, specialista in ozono terapia, senologo ecografista.

Transpotec Logitec & Next Mobility Exhibition: la logistica e il trasporto, in Italia, raddoppiano

Salone del Mobile.Milano 2024: sostenibilità e integrazione tecnologica al centro delle nuove tendenze del design

KEY – The Energy Transition Expo 2024: l’energia pulita ed efficiente come driver per il progresso in chiave “green”

Industria 5.0: l’uomo al centro. La quinta rivoluzione industriale riporta il focus della produttività sulla persona

Privacy Policy