X
Naviga
Giovedì, 8 Dicembre 2022

Il network di riferimento per le aziende italiane

Logistica e trasporti, le nuove misure del Decreto Energia a sostegno del settore

Che la logistica e i trasporti siano servizi fondamentali per ogni filiera produttiva è una certezza praticamente da sempre, ma durante i mesi più duri della pandemia la loro essenzialità si è manifestata in tutta la sua chiarezza anche ai comuni cittadini, che hanno potuto continuato ad usufruire di beni e prodotti grazie al lavoro dei trasportatori.

 

Ciò che ha dato maggiore impulso, in questi ultimi anni, alla crescita del settore logistici è stata la grande diffusione dell’e-commerce. Sempre più persone si sono “convertite” agli acquisti online e dunque sempre più aziende hanno iniziato ad usufruire di servizi di spedizione, ed alcune hanno iniziato ad usufruire anche di servizi di stoccaggio merci. Ancora, molte aziende hanno investito in tecnologia al fine di digitalizzare e automatizzare i propri processi di gestione magazzino e di spedizione, trovando terreno fertile nelle numerose opportunità offerte da un’imprenditoria informatica altamente specializzata e attenta alle esigenze dei diversi comparti produttivi e industriali.

 

I recenti eventi della scena geopolitica internazionale pongono nuove sfide per i trasporti dovuti al rincaro dell’energia e del carburante, che ha ridotto i margini di guadagno degli attori del settore. Da parte del Governo stati approvati, però, nuovi incentivi utili a tamponare l’aumento dei costi: il 1° Marzo 2022 è divenuto legge il Decreto Energia, pacchetto di misure urgenti che, oltre a promuovere l’uso di fonti di energia rinnovabili, danno un po’ di respiro al settore dei trasporti.

 

L’autotrasporto infatti è esplicitamente menzionato all’interno del Decreto, che stanzia 79,6 miliardi di euro per i seguenti interventi:

 

 

Come anche queste misure testimoniano, la transizione ecologica è perno universale attorno al quale ruota lo sviluppo futuro di pressocché ogni settore produttivo e di servizi, non ultimi la logistica e i trasporti.

 

Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, in occasione della tappa aquilana del tour nazionale “ItaliaDomani – Dialoghi sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ebbe a dire che «L’impegno è realizzare un cambiamento profondo per infrastrutture moderne e sostenibili in tutto il Paese, essenziale per il raggiungimento delle sei missioni del Piano che, insieme, hanno l’obiettivo di rendere concreta la transizione ecologica e digitale, superando ritardi e disuguaglianze».

 

La centralità della logistica e trasporti, nell’ambito del PNRR, è dimostrata anche dalle ingenti risorse che il Piano ha destinato al MIMS: 61,3 miliardi totali, equivalente al 27% dei fondi del PNRR. Il 76% è destinato a interventi diretti per il contrasto della crisi climatica, il 56% è destinato al Sud.

Privacy Policy